HOME | Organi associazione | Bilanci | Ricerca & Progetti | Formazione | Informazione | Rassegna stampa | Downloads | Contatti
 
 

Associazione Calabrese di Epatologia
Organizzazione a movente ideale per la ricerca biomedica indipendente e la medicina solidale

 


 
 
Janus
Editoria
JANUS UNA RIVISTA PARTECIPATA
Eva Benelli

Nel 2010 Janus sospendeva le pubblicazioni dopo dieci anni di presenza nel mondo delle medical humanities, della riflessione etica e della medicina basata sull’evidence da una parte e sulla persona dall’altra. Ai nostri lettori abbiamo annunciato, però, che stavamo lavorando a un progetto di rilancio. Nel 2011 siamo stati contenti di poter annunciare che la rivista riprendeva le pubblicazioni. Nuove forze si sono aggiunte alle nostre: insieme all’Istituto Giano, da sempre ideatore e promotore dell’idea di Janus, è nata un’alleanza con ACE, Associazione calabrese di epatologia, una onlus che affianca all’impegno sul territorio la promozione di una visione solidale della medicina. Anche il nostro comitato scientifico si è accresciuto di altre persone e altri punti di vista. Abbiamo infatti ripensato il progetto editoriale e abbiamo allargato l’ambito della nostra riflessione, aprendoci ancora di più al pluralismo delle esperienze e delle culture, al mondo della scienza e della ricerca in generale. Questa apertura la trovate esplicitata nel nuovo sottotitolo della rivista: scienza, etica,culture. La nostra visione la potete leggere, invece, nel“manifesto” pubblicato nella pagina accanto. Concretamente Janus sarà disponibile per i suoi lettori in due modi: su carta, ogni tre mesi come sempre, e con un nuovo sito: www.janusonline.it.
Sono due modalità di diffusione di un unico progetto e di uno stesso modo di lavorare. Un’unica rivistaaccessibile attraverso due mezzi che si integrano fra loro. Per questo pensiamo che non sia più il caso di chiedere ai nostri lettori di sottoscrivere un abbonamento, quanto di scegliere sevogliono sostenere un progetto. I lettori di Janus che lo vorranno fare potranno utilizzare il sito per offrire il proprio sostegno. A chi, affezionato alla carta, volesse continuare a ricevere anche i numeri trimestrali, chiediamo un contributo alle spese di spedizione. La comunicazione partecipata e condivisa è un fenomeno dei nostri tempi. In qualche modo la visione della medicina che Janus ha sempre proposto anticipava questa idea. Anche nei fatti il nostro progetto di rilancio vuole adeguarsi al mondo che cambia senza perdere il meglio del passato. Janus, come sempre.

 
RAGIONARE SENZA DOGMI
Roberto Satolli

I lettori e gli autori di Janus sono molto diversi, per professioni, conoscenze, culture e credenze. Hanno in comune un metodo laico, che vorrebbero definire meglio di quello che la parola comunemente riesce a dire. Nella prospettiva di Janus, il contrario di laico non è religioso, ma dogmatico. E l’atteggiamento dogmatico oggi prevale, non soltanto in chi si schiera in dispute improduttive in base a ideologie religiose, filosofiche o politiche, ma spesso anche in chi vuole risolverele stesse questioni appellandosi all’autorità della scienza. È laico chi non pretende di sapere la risposta giusta (e non a caso un significato originario del termine è quello di illetterato, analfabeta), ma è disposto a cercare quella più adatta attraverso la conoscenza, l’interpretazione, la comprensione. È dogmatica l’illusione di tagliare l’esistente in categorie nette e di tracciare confini precisi, sui quali magari costruire muri, laddove ogni classificazione è un’attività arbitraria dell’intelletto umano che forza una realtà dai confini sempre vaghi e indistinti. È laico chi non si sottrae alla responsabilità di capire, e far capire, per scegliere, mentre è dogmatico presentare le scelte non come un esercizio di libertà, ma come il prodotto necessario di una verità o di una conoscenza. Janus non ha la pretesa di rappresentare una posizione al di sopra delle parti: anzi, ogni volta che sarà necessario esporrà una posizione chiara, cercando in ogni caso di esplicitare le conoscenze e gli argomenti che la sostengono. Pur nel riconoscimento dei diversi punti di vista, Janus eviterà il relativismo di chi considera equivalenti tutte le teorie e tutti i paradigmi: essi sono in realtà diversi quanto la forza delle ragioni che li sostengono. Janus è e sarà caratterizzata da un pluralismo di esperienze, culture, conoscenze e credenze, nella consapevolezza di non essere depositaria di verità o giudizi assoluti, quanto piuttosto di un metodo laico di conoscenza basato sull’esclusione del pregiudizio, la libertà della conoscenza, la profondità dell’interpretazione. La responsabilità di capire sarà premessa a ogni scelta. La gerarchizzazione della forza delle ragioni è fondata sull’onestà intellettuale e l’esercizio della libertà.
 
Chi desidera sostenere il progetto Janus può versare un contributo per le spese di spedizione dei 4 numeri annuali. Consultare il sito www.janusonline.it oppure effettuare il versamento sull’IBAN: IT 24 O 02008 16303 000110073766 Unicredit Reggio Calabria, corso Garibaldi 331, Associazione Calabrese di Epatologia, indicando nella causale: progetto Janus.
 
  ACE © -