HOME | Organi associazione | Bilanci | Ricerca & Progetti | Formazione | Informazione | Rassegna stampa | Downloads | Contatti
 
 

Associazione Calabrese di Epatologia
Organizzazione a movente ideale per la ricerca biomedica indipendente e la medicina solidale

 


 
 
Progetto Epatiti18/09/2006 20:39:37
Ricerca


Nel giugno 2002 l’Associazione (ACE), in collaborazione con il Reparto di Epidemiologia Clinica e Linee Guida dell’Istituto Superiore di Sanità, ha avviato, con il finanziamento della Fondazione BNC, uno studio epidemiologico, denominato “Progetto Epatiti”, finalizzato a stabilire la prevalenza delle malattie epatiche nella provincia di Reggio Calabria. Nel corso di questo studio sono stati indagati 1645 soggetti di età compresa tra i 12 ed i 90 anni residenti nel Comune di Cittanova.
I risultati della ricerca, pubblicati su HEPATOLOGY, hanno avuto una vastissima quanto insolita diffusione mediatica perché ritenuti dall’Editor della rivista “di particolare interesse scientifico e sociale”. Dallo studio emerge, infatti, che nella popolazione indagata, considerata rappresentativa dell’intero Mezzogiorno d’Italia, è riscontrabile un’elevata prevalenza di malattie epatiche croniche e che l’eziologia di queste ha subito, negli ultimi anni, un mutamento epocale: alcool e virus, tradizionali nemici dei fegati di Calabria, hanno, infatti, ceduto vistosamente spazi alle malattie metabolico-nutrizionali chiamate steatosi/steatoepatiti (transizione epidemiologica). La steatosi non alcolica (NAFLD) si riscontra con maggior frequenza nei soggetti in sovrappeso ed è il risultato di stili di vita erronei caratterizzati da un’alimentazione ipercalorica e squilibrata nonché da scarsa attività fisica.
Nell’ambito del “Progetto Epatiti”è stato realizzato uno studio sull’efficacia della terapia anti-virale in una popolazione aperta (non selezionata come quelle dei numerosissimi studi intervenzionali reperibili in letteratura) affetta da epatite cronica attiva da virus C (HCV). Tale contributo scientifico è, in atto, unico nella letteratura internazionale riguardante l’argomento. I risultati dimostrerebbero che i farmaci disponibili sono scarsamente efficaci nel modificare la storia naturale dell’Epatite Cronica da HCV.
La realizzazione di questo studio, ben differente dai trials clinici in genere sostenuti dalle grandi aziende farmaceutiche, è stata possibile proprio per il carattere indipendente (ovvero non collegato ad interessi commerciali) della nostra ricerca.
I risultati di tale lavoro sono stati pubblicati nel 2009 sulla rivista internazionale Digestive and Liver Disease. La stessa rivista ha, più recentemente, pubblicato uno studio multicentrico, a cui hanno partecipato attivamente alcuni ricercatori dell’ACE, riguardante i fattori di rischio per l’elevazione transitoria o persistente delle transaminasi in una popolazione di donatori di sangue.
Il progetto è stato interamente finanziato dalla Fondazione BNC

Questo studio osservazionale, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista HEPATOLOGY [ Link ] e sono stati presentati in importanti congressi internazionali ha fornito numerosi ed interessanti dati sulla diffusione delle epatopatie virali, metaboliche ed alcooliche nella popolazione indagata.




Download: Slide Progetto Epatiti 725kB
 
  ACE © -